obiettivo

obiettivo

Fornire agli Specialisti Oncologi gli strumenti essenziali per riconoscere e gestire il dolore oncologico, con un approccio multidisciplinare e interattivo che porrà al centro la pratica clinica

call for abstract

call for abstracts

Dedicato ad esperienze di pratica clinica sui main topic del Programma formativo; gli abstracts potranno essere inviati esclusivamente in forma elettronica, compilando l’apposito form, sul sito web del Programma formativo. Deadline per l’invio: 30/11/2020. I migliori contributi verranno selezionati per la realizzazione di altrettanti podcast, che saranno pubblicati sul sito web ufficiale. Tutte le istruzioni online

programma scientifico

programma formativo

Si sviluppa attraverso brevi letture tematiche di inquadramento dei main topic e simulazioni di situazioni cliniche paradigmatiche, guidate da Tutor Esperti, per favorire la discussione e il confronto tra specialisti su argomenti di pratica clinica.
A supporto dell’interattività, sarà messa a disposizione una App dedicata, con le seguenti funzioni:

  • chat, per l’invio da parte dei partecipanti di commenti/domande
  • votazione, per esprimere il proprio parere sugli snodi decisionali che verranno proposti in diretta dai Tutor durante i casi clinici/interactive lab
  • wordcloud, che permette di selezionare le parole che meglio rappresentano il «sentiment» dei partecipanti rispetto ai topic trattati
survey conoscitiva

survey conoscitiva

Finalizzata a raccogliere dai partecipanti specifiche richieste di approfondimento legate ai temi principali del webinar, in funzione delle proprie esigenze formative. La Survey - in formato elettronico - sarà inviata dal Provider alla conferma dell’avvenuta iscrizione. I dati raccolti saranno trasmessi alla Faculty con l’obiettivo di modulare gli interventi anche sulla base delle indicazioni espresse dai discenti. Deadline per la compilazione della e-Survey: 27/11/2020

faculty

Chiara Bennati, Responsabile degenza Oncologia, Ospedale Santa Maria delle Croci, Ravenna
Riccardo Caccialanza, Direttore Unità Operativa Complessa Dietetica e Nutrizione Clinica, Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia
Rosangela Caruso, Ricercatore Dipartimento di Scienze biomediche e chirurgico specialistiche - Sezione di Scienze neurologiche, psichiatriche e psicologiche – Psichiatria, Università degli Studi di Ferrara
Saverio Cinieri, Direttore Dipartimento di Oncologia Medica e della Breast Unit, Presidio Ospedaliero di Summa-Antonio Perrino, Brindisi
Arturo Cuomo, Direttore Struttura Complessa Anestesia, Rianimazione e Terapia antalgica, Istituto Nazionale dei Tumori Fondazione “G. Pascale”, Napoli
Raffaele Giusti, Dirigente medico Unità Operativa Complessa Oncologia, Azienda Ospedaliera Sant'Andrea, Roma
Paolo Marchetti, Direttore Unità Operativa Complessa Oncologia, Azienda Ospedaliera Sant'Andrea, Roma
Giampiero Porzio, Dirigente medico Oncologia Medica a Direzione Universitaria, Ospedale Civile San Salvatore, L'Aquila
Silvia Stragliotto, Oncologia 1 - Dipartimento di Oncologia Clinica e Sperimentale, Istituto Oncologico Veneto IOV-IRCCS, Padova
Lucilla Verna, Dirigente medico Oncologia Medica a Direzione Universitaria, Ospedale Civile San Salvatore, L'Aquila

razionale scientifico

Le cause del dolore oncologico sono diverse. Nella maggioranza dei casi (circa il 70%) il dolore è dovuto al tumore o alle sue metastasi, che comprimono o infiltrano organi, ossa, terminazioni nervose. Meno frequentemente è causato dalle terapie assunte o da altri trattamenti resi necessari dalla malattia.

Il dolore oncologico spesso è definito globale perché ha diverse componenti: fisiche, psichiche e affettive. Malesseri psicologici o peggioramenti di umore possono amplificarne la percezione, facendolo apparire più forte di quanto sia nella realtà. Non sempre il dolore si manifesta nel luogo in cui si trovano i tessuti malati o dove si sta verificando la compressione che lo causa. La sua localizzazione dipende dalla diffusione delle terminazioni nervose.

L’intensità e le caratteristiche del dolore oncologico variano da paziente a paziente. Di solito, il dolore all’inizio della malattia si presenta con una sintomatologia acuta. Compare, persiste per un breve periodo di tempo e poi scompare. Con l’avanzare della malattia tende invece a diventare permanente e accompagnare il malato per l’intera giornata. Oltre a questo dolore di base, molti pazienti sperimentano attacchi di dolore episodico intenso. Si tratta di un picco di dolore, particolarmente intenso che, anche se condivide la sede e l’irradiazione, si differenzia nettamente dal dolore di base presente in tutto l’arco della giornata.

Il dolore episodico intenso è una riesacerbazione violenta del dolore di base, che a volte è riconducibile a qualche causa esterna, anche se spesso è completamente spontaneo. Compare improvvisamente più volte al giorno e dura all’incirca 30-45 minuti, necessitando di un apposito e tempestivo intervento farmacologico.

Il controllo del dolore è essenziale al fine di poter gestire le terapie oncologiche attive secondo il modello simultaneous care.

In quest’ottica, l’integrazione tra terapie oncologiche e cure palliative deve avvenire precocemente nel percorso di cura in ogni fase di malattia. Le simultaneous care, infatti, consentono di ottenere una migliore qualità della vita, un miglior controllo dei sintomi, una riduzione della depressione e dell’ansia, un minore stress emotivo dei caregiver.

Per far sì che ciò avvenga, è essenziale che l’Oncologo sappia riconoscere i sintomi in maniera semplice ed immediata, in modo da attuare velocemente la terapia di supporto più idonea per il paziente, che consenta anche di mettere in atto le strategie terapeutiche previste.

Il Programma formativo “Pain therapy to support cancer treatment: the essentials” intende fornire agli Specialisti Oncologi gli strumenti essenziali per riconoscere e gestire il dolore oncologico, con un approccio multidisciplinare e interattivo che porrà al centro la pratica clinica, attraverso sessioni tematiche specifiche.

programma formativo

Webinar venerdì 11 dicembre

14.30-14.40 Introduzione, obiettivi, metodologia S. Cinieri, G. Porzio
14.40-15.15 Discussing Terapia del Dolore (risultati da Survey e brevi approfondimenti) A. Cuomo, G. Porzio
15.15-15.30 Lettura Top-Ten-Tips: Dolore nei pazienti Frail R. Giusti
15.30-15.50 Interactive Lab: Presentazione e discussione di casi clinici con votazione tramite App C. Bennati, S. Stragliotto, L. Verna
15.50-16.05 Lettura Top-Ten-Tips: Dolore nei pazienti «guariti» P. Marchetti
16.05-16.25 Interactive Lab: Presentazione e discussione di casi clinici con votazione tramite App C. Bennati, S. Stragliotto, L. Verna
16.25-16.40 Lettura Top-Ten-Tips: Nutrizione R. Caccialanza
16.40-17.00 Interactive Lab: Presentazione e discussione di casi clinici con votazione tramite App C. Bennati, S. Stragliotto, L. Verna
17.00-17.15 Lettura Top-Ten-Tips: Psico-neuro oncologia R. Caruso
17.15-17.35 Interactive Lab: Presentazione e discussione di casi clinici con votazione tramite App C. Bennati, S. Stragliotto, L. Verna
17.35-18.10 Discussione interattiva (basata su quesiti ricevuti tramite App) A. Cuomo, G. Porzio
18.10-18.30 Considerazioni conclusive e take home messages G. Porzio

On-demand sabato 12 dicembre

La seconda parte del programma formativo prevede una serie di approfondimenti in tema di riconoscimento e gestione del dolore oncologico nelle diverse tipologie di paziente. Il materiale didattico (contributi audio-video e documentazione in forma di testi e slide) sarà disponibile on-line e consultabile on-demand nella giornata del 12 dicembre.

informazioni generali

Accesso al Programma formativo

Il Programma formativo è a numero chiuso, l’accreditamento è previsto per Medici Specialisti in: Anestesia e rianimazione, Cure Palliative, Ematologia, Medicina Interna, Oncologia, Radioterapia. La partecipazione è gratuita e soggetta a riconferma da parte della Segreteria. Per accedere al Programma formativo verranno fornite credenziali personalizzate con relative istruzioni.

Accreditamento ECM

Sono stati assegnati all’evento n° 7,5 Crediti formativi, secondo il programma per l’Educazione Continua in Medicina (ID. evento 150-307654).

Metodologia di valutazione

L’assegnazione dei crediti formativi è subordinata alla presenza ad almeno il 90% dei lavori e alla corretta compilazione di almeno il 75% delle domande proposte all’interno del questionario di valutazione finale (online, a risposta multipla, con doppia randomizzazione). Sarà inoltre obbligatoria la rilevazione della presenza e la compilazione del questionario di gradimento dell’evento formativo.

Obiettivo formativo nazionale

Applicazione nella pratica quotidiana dei principi e delle procedure dell’evidence based practice.

Tipologia prodotto FAD

Piattaforma multimediale interattiva via web (wbt) - e-learning

Provider e Segreteria Scientifico-Organizzativa

Effetti srl
Via G. B. Giorgini, 16 - 20151 Milano - Tel. 02 3343281
www.makevent.it - www.effetti.it

×

Password dimenticata

Indirizzo email non valido

Password forgot

Inserisca il suo indirizzo email. Riceverà un messaggio con il link per effettuare il reset della password.

×